Quando La Tigre Incontra IL Dragone

Pagine 480 – Euro 22,00 – Editore: Neri Pozza

Fonte : sito dell’editore.

Quando La Tigre Incontra IL Dragone. Uno sgurdo nel futuro di India e Cina.

La lettura e l’analisi delle nuove superpotenze asiatiche, le interpretazioni economiche e politiche del presente e del futuro di Cina e India, sono state negli ultimi anni numerose ma tutte provenienti da un punto di vista occidentale. Formule come «Cindia» o «la speranza indiana» hanno introdotto un dibattito di grande importanza e popolarità, ma allo stesso tempo hanno evidenziato il limite di una comprensione incapace di colmare la distanza culturale e conoscitiva da una realtà radicalmente nuova e diversa.

Prem Shankar Jha esamina dall’interno i rapporti tra lo sviluppo economico e le trasformazioni politiche e sociali in Cina e India, i conflitti scatenati dal mercato, le prospettive di successo o di fallimento dei rispettivi paesi nel progettare la propria strada verso il futuro. Lo studioso indiano discute e smentisce una serie di luoghi comuni, prima fra tutti l’idea che India e Cina siano in competizione fra loro per dominare il resto del XXI secolo, o per dettare l’agenda dello sviluppo globale. Un’idea alimentata e sostenuta dai media internazionali che amano raccontare l’arrogante e determinata consapevolezza dei nuovi imprenditori di Delhi e Mumbai e la crescente irritazione da parte della leadership cinese verso i successi indiani.

Nel cuore polemico del libro è soprattutto la profezia, diventata moneta comune tra gli economisti e i politologi occidentali, che vuole i due paesi destinati a dominare l’economia globale da qui a cinquant’anni, in base alla loro attuale traiettoria di sviluppo. Prem Shankar Jha mostra come questa eventuale supremazia non si possa dare affatto per scontata, perché entrambe le nazioni sono ancora nelle fasi iniziali della trasformazione da società pre-capitalistiche a società capitalisticamente mature.

Una transizione che non prevede dei cambiamenti solo nelle configurazioni economiche ma una profonda ristrutturazione delle relazioni politiche e sociali. Una mutazione che si può a ragione definire epocale, poiché ha bisogno della distruzione del vecchio mondo, della rottura di antichi legami e della stesura di regole innovative, in un processo che genera nuovi vincitori e centinaia di migliaia di nuovi sconfitti, senza dare alle istituzioni sociali il tempo di adattarsi. Con il rischio di una metamorfosi violenta, come in modo analogo ci ha già dimostrato l’evoluzione capitalistica del XX secolo in Europa, una delle epoche piú cruente e disumane della storia dell’umanità.

Cina e India, sogno e incubo dell’Occidente. In pochi decenni di ascesa vertiginosa sono diventate le nuove potenze economiche e politiche capaci di ridisegnare l’intero scenario mondiale.

Saranno in grado di crescere ancora senza diventare pericolosamente autoritarie?

Saranno davvero loro a dominare il XXI secolo?

Una lettura innovatrice e profetica del futuro di India e Cina.
Dall’autore de Il caos prossimo venturo, il libro che ha anticipato con sorprendente esattezza la crisi di questi ultimi anni.

«Una lettura fondamentale per questo terzo millennio».Eric Hobsbawm

«Uno di quei giri d’orizzonte di cui sentiamo tutti di avere grande bisogno».Mario Deaglio, L’indice dei libri del mese

«È rarissimo essere lodati insieme da uno storico antisistema come Eric Hobsbawm e da un economista dell’establishment come Mario Deaglio. Succede a Prem Shankar Jha».Marco d’Eramo, il Manifesto

«Prem Jha è tra i pochi esperti di globalizzazione a venire da un paese in via di sviluppo. Il suo lavoro descrive le grandi possibilità di un mondo globale e mette in guardia dalle trappole pericolose che vi si nascondono».
Shashi Tharoor, sottosegretario generale degli Affari pubblici delle Nazioni Unite.

L’autore:

Prem Shankar Jha ha studiato filosofia, politica ed economia a Oxford, ha lavorato dal 1961 al 1966 per le Nazioni Unite a New York ed è poi tornato in India, dove ha collaborato come editor e giornalista alle pagine del Hindustan Times, del Times of India, dell’ Economic Times e del Financial.

Il giudizio di Keynesiano: Libro interessante ma per appasionati della materia.

Dello stesso autore:

Il caos prossimo venturo

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Crisi Mondiale, Economia, Libri. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...