Crisi:Le paure del ceto medio

Fonte grafico blog Paul Krugman The New York Times

La Middle America va in cerca di fiducia.

Third World America è un titolo efficace ma provocatorio per un saggio come per un (profetico?) post su un blog firmato Paul Krugman e datato febbraio 2008, cioè poco dopo gli albori del diluvio. Lo sa anche l’autrice del libro in uscita il 7 settembre, Arianna Huffington, e lo dice chiaramente in un video sull’Huffington Post. A torto o a ragione, che sia o no a doppia W la crisi (caduta, ripresa, caduta, ripresa), lo spettro che si aggira per l’America nell’estate/autunno del nostro discontento è proprio un’America da terzo mondo, nel senso di un’America senza classe media.

Reddito  pro capite (PIL/Popolazione)

Fonte Grafico: Goldman Sachs, Report sull’evoluzione della classe media  mondiale

«Si è infranto il sogno americano» è infatti la denuncia che unisce almeno negli slogan i due populismi: da destra i Tea Party, che ieri si sono ritrovati a Washington con Glenn Beck, star di Fox News, e Sarah Palin, candidata repubblicana alla vicepresidenza con John McCain; da sinistra i progressisti, i liberal più duri nel criticare la presidenza di Barack Obama, visto ormai come un Icaro che cade sull’ultima copertina di New Republic. I populismi della classe media sono fenomeni che pesano, a loro e nostro rischio e pericolo, perché potenzialmente maggioritari.

Continua a leggere l’articolo sul sole24ore

Grafico evoluzione del PIL Mondiale

Fonte Grafico: Goldman Sachs, Report sull’evoluzione della classe media  mondiale

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...