Crisi: Marchionne la Fiat andrebbe meglio senza la zavorra degli stabilimenti italiani.

Vai al Rapporto

Marchionne: La Fiat andrebbe meglio senza gli stabilimenti Italiani, basta vedere in che posizione è l’italia nella competitività mondiale.

Wef: Italia al palo su competitività,dietro Barbados e Portorico. Ferma a 48esimo posto su 139 paesi, Usa in calo, Svizzera prima.

Il rapporto World Economic Forum (WEF) sulla competitività globale evidenzia che:il gruppo di élite all’interno della relazione sulla competitività mondiale comprende paesi come Germania , Giappone, Svezia , Australia, Canada, Stati Uniti, Svizzera, Regno Unito e Singapore.

La relazione annuale, rilasciata dal World Economic Forum, valuta la competitività di ogni paese sulla base di alcuni indicatori organizzati in 12 pilastri, con ogni pilastro che rappresenta una zona considerata come fattore importante di competitività (e di conseguenza crea un vantaggio competitivo di sistema).

I 12 pilastri sono rappresentati da : istituzioni, infrastrutture, stabilità macroeconomica, sanità e istruzione primaria, istruzione superiore e formazione, mercato dei beni di efficienza, efficienza del mercato del lavoro, di sofisticazione del mercato finanziario, preparazione tecnologica, dimensioni del mercato, qualita e sofisticazione del business e innovazione.

L’anno scorso, la Svizzera si e’ classata in testa alla classifica generale in The Global Competitiveness Report 2009-2010. Gli Stati Uniti sono caduti un posto in seconda posizione, con l’indebolimento di suoi mercati finanziari e la stabilità macroeconomica. Singapore, Svezia e Danimarca completano le prime cinque dello scorso anno.

Tabella completa competitività paesi – file pdf

Marchionne fa il suo lavoro, ma questo non comprende l’essere come pinocchio.

In questo Post sollevavavo qualche dubbio, sul fatto che i lavoratori Italiani siano meno produttivi.  Mantengo questa posizione, spetta a quelli come Marchionne dimostrare il contrario dicendo la verità per intero e non la parte che fa più comodo.

Poi concordo con Marchionne sul fatto che produrre in Polonia o nei vari paesi a basso salario, la Fiat, ma più in generale qualunque indutria manifatturiera, può produrre a minor costo e di fatto potrà avere margini di bilancio più remunerativi per il capitale a discapito della foza lavoro. MA QUESTO PER IL METALMECCANICO DA 4MILIONI DI EURO L’ANNO E’ UN PARTICOLARE DI POCO CONTO, LUI E GLI AZIONISTI DELLA FIAT SONO DEI FILANTROPI DEDITI ALLA BENEFICENZA.

E’ da disonesti intellettualmente, addossare inefficenze di sistema sui lavoratori, soprattutto quando i dati sulla produttività per occupato è oltre la media Europea.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Crisi Mondiale, Economia, Lavoro, Management, Politica, Rapporti. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...