Crisi: Spread Il governo Monti “preoccupa” i mercati

Le bugie hanno le gambe corte.
Se uno ci pensa bene il fatto che quelli che governano il paese siano tecnocrati non li assolve ma li condanna doppiamente per gli errori fatti. Da qualsiasi punto di vista si osservi il risultato è che è evidente al governo sono inetti. Dopo aver “ingannato” mezzo paese che occorreva fare sacrifici per rassicurare i mercati, questi se ne fregano altamente sia delle lacrime che del sangue del popolo italiano. Risultato?
Più recessione, più disoccupazione e più crisi per ritornare al punto di partenza. Questa mattina infatti lo spread tra il btp e il bund tedesco vola a 465 punti base.Mentre il rendimento del decennale sale al 5,91%. Malel’asta dei Btp: il Tesoro ha venduto i titoli a 5 e 10 anni per complessivi 5,74 miliardi, meno del target massimo di 6,25 miliardi, e ha dovuto pagare rendimenti più alti a fronte di una domanda sostanzialmente stabile. Sul nuovo quinquennale, il rendimento medio è salito al 5,66% dal 4,86% di aprile, mentre sul 10 anni il tasso è salito al 6,03% dal precedente 5,84%.
Non era meglio lavorare perchè la BCE prestasse i soldi agli stati alimentando l’economia reale,invece di drenare soldi per ingrassare gli speculatori?

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Crisi Mondiale, Democrazia, Economia, Politica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...