Crisi: Produzione industriale “è come a Caporetto”

Nel II trimestre 2012, è proseguita la flessione dell’attività nel settore industriale in Italia.
La produzione è scesa su livelli non lontani dal minimo degli ultimi venti anni toccato a marzo del 2009. Il ritardo dell’Italia in termini di produzione rispetto all’inizio del 2008 è pari a più del doppio di quello francese e a più di sei volte di quello tedesco. Il calo dell’attività produttiva in Italia si estende a tutti i settori del manifatturiero.
Situazioni di criticità emergono nel comparto della gomma, plastica e minerali non metalliferi, in quello delle apparecchiature elettriche, in quello dei metalli e in quello dei mezzi di trasporto.

Per approfondimenti leggi la fonte: Focus di BNL n.29 – del luglio  2012.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Crisi Mondiale, Democrazia, Economia, Euro-crisi, Politica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...