Crisi: PIL,un anno di governo Monti ci costa come quello di Berlusconi.

Nel terzo trimestre del 2012 il prodotto interno lordo è diminuito dello 0,2% rispetto al trimestre precedente e del 2,4% nei confronti del terzo trimestre del 2011. Lo comunica l’Istat che rileva come si tratti del quinto trimestre consecutivo di calo. La flessione, tuttavia, sembra attenuarsi rispetto al -0,8% (congiunturale, rispetto cioè al periodo precedente) registrato nel primo trimestre e al -0,7% del secondo trimestre. A fine settembre la “crescita” acquisita del prodotto interno lordo per il 2012 è pari a -2%: si tratta della variazione annuale del Pil che si otterrebbe in presenza di una variazione congiunturale nulla nei restanti trimestri dell’anno

Si aggrava la crisi europea: le politiche di rigore del Vecchio continente non riescono a risollevare l’economia e, anzi, aggravano la situazione dei Paesi in difficoltà. Ieri la Grecia ha annunciato un calo del Pil del 7,2% nel terzo trimestre dell’anno, che porta la contrazione dell’economia al 22%, in cinque anni: oggi tocca alla debole Spagna, alla Francia e a una Germania che inizia a mostra i segni della crisi. L’indebolirsi dei vicini non aiuta le imprese e rallenta le esportazioni: il 60% degli scambi avvenongo all’interno dell’Ue.

Conclusione: In questa babele di economisti da lavagna, le piazze si macchiano di sangue  di chi rivendica il diritto al lavoro al fine di poter vivere dignitosamente e il tutto avviene nell’indifferenza più oscena dei politici.

Il pillometro come strumento di efficienza politica.

Un anno di governo Monti ci sono costati quasi 3 punti di PIL, il governo Berlusconi fra il 3° Trim 2007 e il 4° Trim 2011 perde circa 5 punti di PIL una media di 1,25 punti l’anno. Insomma, con il pillometro come strumento di efficienza politica Monti più che salvare l’Italia la sta massacrando è peggio di Berlusconi.

Intervista al sociologo Luciano Gallino – Il Tirreno del 15/11/2012.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Crisi Mondiale, Democrazia, Euro-crisi, Lavoro, Politica, Unione Europea. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...